CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E SPEDIZIONE 

 

Articolo 1 Applicazione

1.1. Salvo diversamene pattuito in modo espresso, le presenti condizioni generali di vendita e spedizione si applicano ad ogni offerta, quotazione, ordine, contratto, servizio ed accordi correlati di qualsiasi natura predisposti dal Venditore o rispetto ai quali il Venditore sia parte.

1.2. Il Cliente, contrattando con il Venditore e ordinando dallo stesso accetta l’applicazione delle presenti condizioni generali di vendita e spedizione. Eventuali condizioni generali usate dal Cliente non saranno applicabili al Venditore e non potranno essere applicate al contratto di compravendita e/o ai servizi prestati dal Venditore, salvo siano espressamente accettate per iscritto dal Venditore in relazione ad ogni specifica operazione.

1.3. Qualora, per qualsiasi ragione, uno o più articoli delle presenti condizioni generali di vendita e spedizione siano dichiarati nulli o comunque invalidi, gli altri articoli resteranno validi.

 

Articolo 2 Definizioni

2.1. Venditore: Chugoku-Boat Italy S.p.A., Via Macaggi 19, 16121 Genova (GE) e/o ogni agente, fornitore, licenziatario e produttore associati a Chugoku-Boat Italy S.p.A.

2.2. Cliente: chiunque richieda offerte o quotazioni, ordini vernici per uso navale o industriale e/o richieda servizi al Venditore così come ogni soggetto per conto del quale le suddette offerte, quotazioni, ordini e i relativi contratti siano stati posti in essere.

 

Articolo 3 Offerte, quotazioni e prezzi

3.1. Le quotazioni fornite dal Venditore non sono vincolanti, salvo diversamente indicato.

3.2. Un’offerta, anche se irrevocabile, può essere revocata dal Venditore se la revoca giunge a conoscenza del Cliente prima dell’offerta.

3.3. L’accettazione di un’offerta diviene effettiva nel momento in cui l’assenso giunge a conoscenza del Venditore.

3.4. Tutti i prezzi indicati dal Venditore nelle offerte e nelle quotazioni sono netti, senza riduzioni e con l’esclusione di qualsivoglia tassa, imposta, dazio e costo dovuti al momento della consegna. Se viene fatto un ordine senza cha sia stato preventivamente concordato il prezzo, si applica il prezzo vigente al momento dell’ordine, indipendentemente da qualsiasi precedente offerta o prezzo applicato in precedenza.

3.5. Tutti i prezzi e/o le tariffe non includono l’IVA, salvo che sia specificamente indicato.

3.6. Per colori speciali o prodotti non standard è concesso un margine del 10%, restando tuttavia inteso che il Cliente sarà obbligato a ricevere e pagare il 10% in più o in meno, con un minimo rispettivamente di un kilogrammo o di un litro.

3.7. Qualsiasi tassa, imposta, costo o aumento di prezzo derivante da costi aggiuntivi sostenuti dal Venditore e causati da qualsiasi cambiamento dipendente dai fornitori del Venditore, intervenuti dopo la sottoscrizione del contratto, saranno aggiunti al prezzo concordato, a condizione che il Venditore informi debitamente il Cliente.

 

Articolo 4 Accettazione di un ordine, quotazione

4.1. La risposta ad un’offerta o quotazione che contenga aggiunte, limitazioni o altre modifiche è da considerarsi quale rifiuto dell’offerta o quotazione e costituisce una nuova offerta.

4.2. Condizioni aggiuntive o differenti relative, tra le altre cose, a prezzo, pagamento, qualità e quantità dei beni, luogo e tempo della consegna, ampiezza della responsabilità di una delle parti o risoluzione delle controversie, dovranno considerarsi quali modifiche sostanziali dell’offerta.

 

Articolo 5 Specifiche

5.1. Le specifiche fornite dal Venditore sono basate su dati medi, salvo diversamente indicato.

5.2. Il Venditore consegnerà beni della quantità, qualità e descrizione richiesta dal contratto e imballati secondo quanto indicato nel contratto.

5.3. Salvo le parti abbiano espressamente concordato diversamente per iscritto, i beni non sono adatti ad uno scopo particolare e il Venditore non sarà responsabile per qualsivoglia carenza di qualità o idoneità dei beni a servire ad uno scopo particolare.

 

Articolo 6 Spedizione

6.1. Il Venditore consegnerà i beni liberi da qualsivoglia diritto o pretesa di terzi, salvo qualora il Cliente acconsenta a comprare beni soggetti a tali diritti o pretese.

6.2. Il tempo della consegna indicato dal Venditore sarà approssimativo, salvo concordato diversamente per iscritto. Il tempo della consegna sarà vincolante per il Venditore esclusivamente nel caso in cui tutte le informazioni necessarie al Venditore per adempiere alle proprie obbligazioni saranno state tempestivamente fornite al Venditore. Il Venditore potrà consegnare i beni con delle consegne parziali e in tal caso ogni consegna parziale dovrà essere intesa come un contratto separato.

6.3. Se il Venditore è tenuto a consegnare i documenti relativi ai beni, tale adempimento dovrà essere adempiuto nel luogo, nel momento e nella forma richiesti dal contratto. Se il Venditore ha consegnato i documenti prima di tale momento, egli potrà, fino al termine previsto nel contratto, porre rimedio a qualsiasi difformità dei documenti. Se il Venditore non è tenuto a consegnare i beni in un luogo particolare, l’obbligazione di consegna consiste nell’affidare i beni ad un trasportatore per la consegna al Cliente o nel mettere i beni a disposizione del Cliente nel luogo di produzione o selezionandoli in un determinato magazzino.

6.4. In caso di ritardo nella consegna rientrante in limiti ragionevoli il Cliente non avrà diritto ad ottenere il risarcimento dei danni o la risoluzione del contratto.

6.5. Se, comunque, nel contratto è previsto che la consegna debba essere effettuata in un certa data e il Cliente ha comunicato per iscritto al Venditore che questo termine è essenziale e non potrà essere modificato per alcuna ragione, il Cliente potrà, dopo la scadenza del termine concordato e qualora la consegna non sia stata effettuata, risolvere il contratto automaticamente senza ricorrere al Giudice, senza alcun pregiudizio per il diritto al risarcimento del danno, salvo nel caso in cui l’inadempimento del Venditore derivi da forza maggiore. Il Cliente dovrà notificare il Venditore immediatamente e per iscritto. Ogni data di consegna dovrà intendersi come indicativa, salvo espressamente concordato diversamente.

 

Articolo 7 Riserva di proprietà

7.1. La titolarità dei beni consegnati e/o la proprietà degli stessi resterà in capo al Venditore fino al momento in cui tutte le pretese (inclusa, senza limitazione, quella relativa al pagamento del prezzo) del Venditore nei confronti del Cliente – derivanti dalla fornitura o dalla prestazione di servizi in corso o da quelle precedenti – siano state pienamente soddisfatte dal Cliente.

7.2. Fino a quando il pagamento di quanto dovuto al Venditore, per qualsivoglia titolo, non sia stato effettuato dal Cliente, questi non potrà vendere, dare in garanzia o consegnare i beni a terzi.

7.3. I beni possono essere ritirati dal Venditore in ogni momento se il Cliente non ha adempiuto alle proprie obbligazioni o se il Venditore ha motivo di ritenere che il Cliente non adempirà alle stesse. I costi per il ritiro dei beni saranno addebitati al Cliente. Quando i beni sono ritirati, viene emessa una nota di credito, basata sul valore che i beni hanno al momento del ritiro.

7.4. Il contratto di vendita comprende anche il trasporto dei beni e il Venditore non è tenuto a consegnare gli stessi in un momento determinato. Il rischio passa al Cliente nel momento in cui i beni sono consegnati al primo traportatore, nel rispetto di quanto previsto nel contratto di vendita. Se il Venditore è tenuto a consegnare I beni ad un particolare trasportatore ed in un luogo determinato, il rischio non passa al Cliente fino al momento in cui i beni sono consegnati al trasportatore in quel luogo. La circostanza per la quale il Venditore è autorizzato a trattenere i documenti rappresentativi delle merci non ha effetti sul passaggio del rischio. Negli altri casi il rischio passa al Cliente alla consegna dei beni o, se non lo fa tempestivamente, nel momento in cui i beni sono messi a sua disposizione ed egli è inadempiente al contratto per non averli ritirati.

 

Articolo 8 Denuncia dei vizi

8.1. Il Cliente deve esaminare i beni, direttamente o tramite terzi, entro il più breve termine possibile, che non dovrà eccedere i 10 giorni dalla consegna. Se nel contratto è previsto il trasporto dei beni, la verifica degli stessi può essere differita fino all’arrivo a destinazione dei beni.

8.2. Il Cliente decade dal diritto alla garanzia per vizi se non li denuncia al Venditore, specificandone la natura, entro 8 giorni dalla loro scoperta.

8.3. Nessun reclamo, qualsiasi sia la sua natura, potrà dilazionare l’obbligo del Cliente di pagare quanto dovuto al Venditore. Gli eventuali reclami dovranno essere portati a conoscenza del Venditore per iscritto entro il termine indicato nel presente articolo.

8.4. I vizi dei prodotti vernicianti consegnati potranno essere provati dal Cliente esclusivamente attraverso l’invio al Venditore di un report predisposto dal coating institute TNO; il costo del report dovrà essere sostenuto dalla parte in errore. Per ogni altro tipo di prodotto non sussiste un sistema probatorio vincolante.

8.5. In ogni caso, ogni pretesa del Cliente si prescrive in un anno dalla consegna, salvo che entro tale termine sia iniziata l’azione innanzi alla corte competente.

 

Articolo 9 Termini di pagamento

9.1. Salvo diversamente concordato per iscritto le fatture del Venditore dovranno essere saldate entro 15 giorni dalla data di emissione delle stesse, senza deduzioni derivanti da sconti o compensazioni.

9.2. I pagamenti dovranno essere effettuati sul conto corrente indicato dal Venditore nella relative fatture.

9.3. Se il Cliente non salda la fattura entro il termine di cui sopra, dovrà corrispondere al Venditore un interesse dell’1% del prezzo indicato in fattura per ogni mese successivo alla scadenza.

9.4. Indipendentemente dalla sua causale, il pagamento effettuato dal Cliente verrà imputato prima ai costi, poi agli interessi e poi ad ognuna delle fatture, a secondo della loro data, anche se non ancora scadute.

9.5. Il Cliente sarà tenuto a rimborsare al Venditore i costi da quest’ultimo sostenuti per il recupero stragiudiziale del proprio credito derivante da fatture non saldate effettuato con la collaborazione di terzi. Tali costi saranno pari al 10% dell’importo dovuto con un minimo di Euro 340,00.

9.6. Tutti i costi sostenuti dal Venditore in relazione a fatture scadute ed in generale tutti i costi derivanti da una violazione del contratto da parte del Cliente dovranno essere rimborsati dal Cliente.

9.7. Il Venditore potrà richiedere in ogni momento al Cliente di rilasciare una garanzia a copertura delle proprie obbligazioni derivanti dal contratto, con modalità ritenute sufficienti dal Venditore. Il mancato tempestivo rilascio di tale garanzia comporterà il diritto del Venditore di sospendere l’esecuzione del contratto sino al momento in cui il Cliente abbia rilasciato la suddetta garanzia. 

 

Articolo 10 Responsabilità

10.1. Salvo diversamente previsto per legge, il Venditore non sarà responsabile per i danni di qualsiasi natura o per il ritardo nelle consegne o nell’effettuazione dei servizi, anche qualora tali danni o ritardi siano causati per colpa o negligenza del Venditore nel rispetto di quanto previsto dalla legge applicabile. Il Venditore non sarà altresì responsabile dei danni o ritardi sopra descritti qualora essi siano causati dal proprio personale o dai propri sub-appaltatori.

10.2. La responsabilità del Venditore per Danni indiretti è espressamente esclusa. In ogni caso la responsabilità del Venditore non potrà eccedere il valore dei beni e/o dei servizi forniti indicato in fattura.

10.3. I dipendenti e gli agenti del Venditore (inclusi i lavoratori autonomi che collaborano volta per volta con il Venditore) non saranno responsabili nei confronti del Cliente per perdite, danni o ritardi causati durante la propria attività o in connessione alla stessa. Fermo quanto precede ogni esenzione, limitazione, condizione e facoltà qui contenuta e ogni diritto, esenzione di responsabilità, difesa o immunità di qualsivoglia natura applicabile al Venditore sarà applicabile anche ai dipendenti e agli agenti del Venditore.

10.4. Il Cliente sarà responsabile verso il Venditore e si impegna a risarcire il Venditore per qualsiasi danno e/o costo eventualmente sofferto e/o provocato al Venditore a causa di una violazione del contratto e/o colpa o negligenza del Cliente, dei suoi agenti, dipendenti e responsabili, staff e/o altre persone, siano esse o meno sulla nave o impiegati dal Cliente. In aggiunta a quanto precede il Cliente si impegna a tenere indenne il Venditore da qualsiasi pregiudizio che possa derivare a quest’ultimo da una pretesa di terzi derivante da un contratto soggetto alle presenti condizioni generali di vendita e spedizione. Terzo significa ogni persona fisica o giuridica diversa dal Cliente.

 

Articolo 11 Forza Maggiore

11.1. Una causa di forza maggiore sussisterà in tutti i casi in cui vi siano delle circostanze a causa delle quali sia impossibile o irragionevolmente costosa per il Venditore l’esecuzione del contratto o di una parte dello stesso, sempre che tali circostanze esulino dal ragionevole controllo di una o di entrambe le parti.

11.2. In caso di forza maggiore l’esecuzione del contratto sarà sospesa per la durata delle suddette circostanze. La parte che intende invocare la sussistenza della forza maggiore dovrà immediatamente informare l’altra parte per iscritto della sussistenza e cessazione delle circostanze costituenti forza maggiore.

11.3. Qualora il Venditore, a causa della forza maggiore, non abbia sufficienti quantitativi di beni disponibili per fornire tutti i propri clienti, il Venditore avrà il diritto di scegliere quali obbligazioni adempiere e in quale ordine, e/o di dividere pro-rata le quantità di beni disponibili tra i vari clienti, cosicché il Venditore non sarà costretto ad acquistare beni per ripristinare le proprie scorte o a utilizzare metodi di trasporto diversi da quelli normalmente utilizzati e/o altre strutture.

11.4. Qualora la forza maggiore perduri per più di 3 mesi consecutivi, il Venditore potrà recedere dai contratti stipulati senza dover pagare alcun indennizzi al Cliente.

 

Articolo 12 Marchi e imballaggio

12.1. Il Venditore si riserva il diritto di vendere i beni con il proprio nome e marchio. Solo gli imballaggi restituiti entro 6 mesi dalla data della fattura, che si trovino in buono stato e siano stati fatturati, daranno diritto alla restituzione dell’importo fatturato. Quando l’imballaggio è rifiutato, il Cliente verrà avvisato per iscritto entro 30 giorni dalla ricezione dello stesso; a seguito della comunicazione l’imballaggio sarà tenuto a disposizione del Cliente per una settimana. Dopo tale settimana il Venditore sarà libero di disporre dell’imballaggio senza nessun obbligo di pagare un indennizzo. Qualora l’imballaggio non sia fatturato separatamente nella fattura non verrà ritirato dal Venditore.

 

Articolo 13 Trasporto

13.1. Gli ordini superiori ai 500 litri verranno spediti senza alcun addebito per le spese di trasporto. Gli ordini di quantità inferiori non verranno spediti gratuitamente, ma verranno addebitate anche le spese di trasporto.

13.2. I costi per chiatte, gru, etc. sono a carico del Cliente

13.3. La normale condizione di resa è Franco sotto bordo (FAS).

Articolo 14 Disposizioni relative al debito del Cliente

 

14.1. Ogni importo dovuto dal Cliente al Venditore per effetto dell’acquisto da parte del Cliente di beni o servizi dal Venditore è qui definito il “Debito”. Con riferimento al Debito:

a) ai sensi e per gli effetti dell’art. 1268 c.c. (Delegazione Cumulativa) qualora il Cliente intenda assegnare al Venditore un nuovo debitore, il Cliente resta espressamente obbligato verso il Venditore al pagamento del Debito salvo che non ricorrano tutte le seguenti tre condizioni: (1) che l’assegnazione sia notificata al Venditore per mezzo di posta elettronica certificata (“PEC”) con indicazione del nuovo debitore, (2) che il Venditore abbia accettato l’assegnazione del nuovo creditore mediante comunicazione al Cliente via PEC e (3) che il Venditore abbia espressamente liberato il Cliente mediante comunicazione da effettuarsi per mezzo PEC. Qualora il Venditore non abbia  liberato il Cliente ai sensi e per mezzo di quanto previsto al punto (3), resta  convenzionalmente pattuito che il Venditore potrà richiedere il pagamento del Debito al Cliente  anche senza preventiva richiesta al nuovo debitore.

b) ai sensi e per gli effetti dell’art. 1272 c.c. (Espromissione) qualora un terzo, senza delegazione da parte del Cliente ne abbia assunto il Debito verso il Venditore, il Cliente resta obbligato al pagamento del Debito verso il Venditore salvo che la sua liberazione sia stata espressamente consentita dal Venditore per mezzo di PEC. Resta tuttavia inteso che in nessun caso l’espromissione del Debito si intenderà avere efficacia verso il Venditore qualora non sia stata comunicata dal Cliente al Venditore per mezzo PEC l’indicazione del terzo mediante PEC.

c) ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1273 c.c. (Accollo) resta espressamente inteso che l’eventuale adesione da parte del Venditore alla convenzione di accollo tra il Cliente ed un terzo dovrà avvenire per mezzo di PEC, fermo restando che prima di sottoscrivere la convenzione di accollo, il Cliente ed il terzo, a pena di inefficacia verso il Venditore, dovranno comunicare i termini e le condizioni della convenzione stessa. Resta in ogni caso espressamente inteso che il Cliente, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1273 n. 2 c.c., non si intenderà liberato dal proprio obbligo di pagare il Debito verso il Venditore.

d) Resta in ogni caso inteso che, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1274 c.c., l’eventuale liberazione da parte del Venditore del Cliente ai sensi di quanto precede si intenderà in ogni caso formulata e consentita con l’espressa riserva che laddove il terzo (delegato, espromittente o accollante) divenga insolvente, la liberazione del Cliente diverrà inefficace e senza effetto e pertanto il Cliente rimarrà obbligato al pagamento del debito.

e) In caso di cambio di controllo del Cliente, il presente azionista di controllo del Cliente resterà obbligato in solido con il Cliente verso Chugoku-Boat Italy S.p.A. al pagamento del Debito.

f) Qualora il Debito fosse parte di un ramo aziendale del cliente oggetto di trasferimento (o affitto a terzi) a terzi, resta espressamente inteso che il Cliente dovrà darne immediata comunicazione via PEC al Venditore fermo restando in ogni caso la garanzia da parte del Cliente (senza beneficio di preventiva escussione dell’acquirente (o affittuario) il ramo aziendale) del pagamento del debito al Venditore. Le disposizioni che precedono trovano applicazione in qualsivoglia operazione di ristrutturazione non concorsuale/fallimentare che abbia ad oggetto il Debito.

 

Articolo 15 Legge applicabile e foro competente

15.1. Si applica la legge italiana, con l’espressa esclusione della Convenzione di Vienna del 1980 sulla vendita internazionale di merci.

15.2. Ogni controversia tra il Venditore e il Cliente sarà sottoposta alla giurisdizione del Tribunale di Genova, salvo il Venditore scelga un diverso foro o acconsenta allo stesso.